mercoledì 18 settembre 2019

In visita al Parco Fluviale dello Stirone e del Piacenziano

Dall'Agriturismo Podere Illica al Parco dello Stirone e Piacenziano

In visita al Parco Fluviale dello Stirone e del Piacenziano
Dall'Agriturismo Podere Illica è possibile raggiungere in pochi minuti di  auto il Parco Fluviale Regionale dello Stirone e del Piacenziano.
Il Parco, nel suo attuale assetto, è nato alla fine del 2011, dall'unione tra il Parco Regionale Fluviale dello Stirone e la Riserva Naturale Geologica del Piacenziano.
L'Area Piacenziano si sviluppa tutta in territorio Piacentino e si distribuisce  in cinque diverse vallate, ricadenti nei Comuni di Castell'Arquato, Lugagnano Val d'Arda, Vernasca, Gropparello e Carpaneto Piacentino.
L'intero Parco riveste una straordinaria importanza dal punto di vista paleontologico, grazie alla notevole presenza di reperti fossiliferi dell'era Terziaria e Quaternaria, portati alla luce da processi erosivi, che lo hanno reso noto al mondo scientifico internazionale.
Fra i diversi itinerari che si possono percorrere all'interno del Parco ve ne proponiamo due, ma se avete più tempo sono davvero tante le escursioni che potete effettuare alla scoperta di questa realtà'.
Il primo itinerario è percorribile in circa tre ore, non presenta grosse difficoltà ed e' il sentiero che vi porta al Monte Giogo. Pur non presentando, come già detto grosse difficoltà, nella parte iniziale si deve superare un dislivello di circa 200 metri fino ad arrivare alla zona della Croce.
Lungo il sentiero non ci sono punti acqua. Per quanto semplice, la salita al monte và fatta con calma (soprattutto nei caldi mesi estivi) e assaporata con frequenti soste che ci consentano di ammirare gli scorci panoramici che via via si aprono oltre ai preziosi vigneti dalle cui uve hanno origine i vini Gutturnio e Monterosso D.O.C
Un'altro è il Sentiero del Rio Stramonte.
Il tempo di percorrenza è di circa un'ora e trenta minuti.
L'itinerario è semplice, anche se con pendenze talora accentuate nell'area boscosa che conduce al calanco, ed è in parte fangoso ne periodi più piovosi.
Il sentiero è raggiungibile dall'abitato di Lugagnano Val d'Arda percorrendo la strada che porta a Prato Ottesola e da qui sale verso Diolo.
Circa 1 km dopo Prato Ottesola si incontra sulla destra uno spiazzo dove si può parcheggiare l'auto e dove ha inizio il sentiero.
Lasciata l'auto e presa visione del pannello didattico con alcune nozioni sull'area protetta si imbocca la carrareccia sulla destra che sale tra arbusti e roverelle sino a raggiungere alcuni vigneti di crinale da cui si gode una bella vista sulla Val Chiavenna, sull'area calanchiva di Diolo e sul Monte Giogo (a Est). Osservando il terreno lungo la carrareccia e ai margini delle viti, sorprende la quantità di conchiglie fossili che vi affiorano e che rivelano quale tesoro si celi sotto ai nostri piedi.
© intour project p. iva 02429980903 via principe umberto, 16/a sant’antonio di gallura (ot)
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK