lunedì 26 agosto 2019

I Salumi Piacentini

CATEGORIA-10-1-01.jpg
Piacenza, come del resto le altre città padane, appartiene all’ambito della cultura del maiale; diverse testimonianze artistiche e letterarie sono riscontrabili su tutto il territorio piacentino.

È forse un ciondolo in bronzo di epoca Romana la testimonianza più antica del forte radicamento della suinicultura in questo territorio; al Medioevo risalgono diverse raffigurazioni del “sacro” rito dell’uccisione del maiale; nel tardo Medioevo il prezzo delle Carnes de Porco, sia fresche che salate viene calmierato in un capitolo degli Statuti di Piacenza; un secolo dopo gli insaccati provenienti da Piacenza avevano conquistato il palato dei vicini Lombardi, che li definivano roba de Piaseinsa per distinguerli dai prodotti di altre località, meno pregiati.

Secoli e secoli di pratica e di adattamenti all’evoluzione del gusto, alle esigenze dei consumatori di allora come di oggi, hanno fatto sì che l’arte dei norcini, a Piacenza, si specializzasse in alcune particolari tipologie di salume; di queste ben tre hanno ottenuto la Denominazione di Origine protetta e sono Salame Piacentino, Coppa Piacentina e Pancetta Piacentina.
© intour project p. iva 02429980903 via principe umberto, 16/a sant’antonio di gallura (ot)
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK