domenica 15 settembre 2019

Visitare il Piacentino: Besenzone

fondata dal marchese Pallavicino di Cortemaggiore

Visitare il Piacentino: Besenzone
A 2 chilometri da Cortemaggiore e a 6 da Busseto, il territorio di Besenzone si estende tra le due rive dell’Arda e dell’Ongina e presenta le frazioni di Castel d’Arda, Mercore e Bersano che conservano tutt’oggi alcune caratteristiche medievali.
La sua chiesa è dedicata a San Vitale Martire; consacrata nel 1922, ha tre navate a croce latina, un campanile ricostruito in stile bizantino, mentre il precedente era romanico, e pitture risalenti al 1933 eseguite dal cremonese Gracchi.
Il suo fondatore fu il marchese Pallavicino di Cortemaggiore e divenne in seguito proprietà del cardinale Sforza nel febbraio del 1576.
Nel 1901 tempio e canonica minacciavano di crollare cosicchè furono demoliti e ricostruiti nello stesso luogo.
Besenzone vive prevalentemente di agricoltura con le sue viti e le ampie distese di campi per la produzione di pomodori, barbabietole, frutta, aglio, oltre al frumento e ai foraggi. Nei dintorni, a pochi chilometri, Villa Verdi a Sant’Agata di Villanova sull’Arda, Busseto e Chiaravalle della Colomba con la sua rinomata Abbazia Cistercense.
© intour project p. iva 02429980903 via principe umberto, 16/a sant’antonio di gallura (ot)
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK