giovedì 19 settembre 2019

Visitare il Piacentino: Monticelli d'Ongina

lungo la sponda destra del fiume Po

Visitare il Piacentino: Monticelli d'Ongina
E’ uno dei maggiori centri della provincia di Piacenza, situato sulla riva destra del Po a una decina di chilometri da Cremona.
Di origine romana, fu feudo dei Visconti e degli Sforza, passò nel 1400 ai Pallavicino e a metà del 1600 ai Farnese. La sua struttura è ben ordinata, con una principale via fiancheggiata da portici ed intersecata da diverse contrade. L’espressione significativa e ben documentata della cultura e della civiltà monticellese, sono i musei della Rocca, con il Museo Civico, gestito dalla pro loco che raccoglie cimeli, manoscritti, ed opere di illustri concittadini del mondo culturale, artistico e storico; il Museo Etnografico del Po del Gruppo Culturale Mostre, è una vasta rassegna di oggetti che documentano la vita agricola e riveriasca locale; l’acquario del Po presenta le più svariate specie di pesce che popolano il grande fiume.

Tappa d’obbligo di Monticelli d'Ongina è la Rocca, edificata dai marchesi Pallavicino risalente al 1400. Si presenta ancora possente e conserva sale nobili con soffitti decorati di affreschi allegorici, e prigioni che occupano i vani superiori dei torrioni. Vera perla dell’edificio è la Cappellina di Corte, autentico gioiello d’arte quattrocentesca con affreschi dei pittori Bonifacio e Benedetto Bembo. Numerose sono le opere pittoriche. Vi hanno lavorato illustri maestri del XV e XVI secolo; pregevoli sono anche gli stucchi seicenteschi di Domenico Retti, gli altari in marmo e gli arredi sacri.

Merita una visita anche la Basilica, eretta nella seconda metà del 1400 da Mons. Carlo Pallavicino, feudatario del luogo e vescovo di Lodi. Le sue linee architettoniche, originariamente di stile gotico-lombardo, furono notevolmente modificate nel 1600. E’ a forma di croce latina a tre navate, ricca di pregevoli opere pittoriche ed è dedicata a San Lorenzo martire. Fu nel 1942 che Pio XII la elevò al grado di Basilica.

Tra i prodotti agricoli tipici locali emerge il tipico aglio di cui Monticelli si vanta di essere la capitale e che caratterizza la fiera annuale della prima domenica di ottobre.
© intour project p. iva 02429980903 via principe umberto, 16/a sant’antonio di gallura (ot)
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK