venerdì 15 novembre 2019

visita a Pontedell'Olio

CATEGORIA-64-1-02.jpg
Le documentazioni più antiche lo fanno risalire al IX secolo con il primitivo nome di Ponte Albarola, in seguito fu trasformato in Pontedell’Olio poiché luogo di passaggio dei mercanti liguri che scendevano dai passi appenninici verso la pianura per il commercio dell’olio.

Il castello a partire dal XIII secolo fu teatro di lotta tra guelfi e ghibellini e nel 1414 Bernardo Anguissola lo comprò dall’Imperatore Sigismondo.
Nel secolo XVI, dopo il passaggio dei soldati del conte Pier Maria Scotti, detto il Buso, una specie di bandito del tempo, passò ai Salvatico che lo cedettero poi agli Anguissola d’Altoé nel 1878.

Altro castello di importante rilievo fu quello di Riva, località a due chilometri a monte; fu degli Anguissola nel 1323 e di Ottavio Farnese nel 1546 il quale lo assegnò al suo capitano Ottavio Vitelli.
Restaurato nel 1884 dal nobile romano Emanuele Ruspoli, il castello è tutto costruito con sassi del Nure e presenta strutture rettangolari con, ai vertici, torri diseguali per forma o dimensioni.

Pontedell’Olio ospita inoltre il bel Palazzo San Bono dove, nel 1819, risiedette per qualche tempo Carolina di Brunswick, Regina d’Inghilterra.
© intour project p. iva 02429980903 via principe umberto, 16/a sant’antonio di gallura (ot)
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK